venerdì, settembre 01, 2006

Se la Juve rinuncia (anche) a fare ricorso

La rinuncia di fare ricorso al Tar da parte della nuova dirigenza bianconera ha stupito anche il tecnico Deschamps e il giocatore-simbolo Alessandro Del Piero, oltre che migliaia di tifosi. Ha stupito perché, semplicemente, è parsa una mancanza di coerenza. Fino a pochi giorni fa infatti la società era pronta a promettere battaglia con ogni mezzo perché si riteneva vittima di una inutile persecuzione. Ora la rinuncia al ricorso rappresenta agli occhi di tutti invece una parziale ammissione di colpa, atta esclusivamente all'ulteriore riduzione di punti di penalizzazione (che potrebbero passare da 17 a 5 o 6, secondo le ultime indiscrezioni). In questo modo sono tutti contenti: la Fgci che può far partire i campionati regolarmente e la Juventus che può giocare la sua Serie B ad armi “un po' più pari” di prima. Gli unici perplessi sono, oltre ai due citati sopra, i tifosi, che vedono la propria squadra unica fra tutte quelle coinvolte ad essere stata seriamente punita e la propria dirigenza rinunciare ad una difesa per portare avanti una sorta di “operazione simpatia”, che vede nei nuovi capi guida a doppio o francofono cognome i primi sostenitori. Come se la squadra, in oltre cento anni di storia, fosse stata simpatica solamente una volta. Al tifoso bastavano vittoria e dignità. La prima è stata portata via dai tribunali; la seconda a farla sparire ci stanno pensando quelli del nuovo Consiglio di Amministrazione.


6 Commenti:

Anonymous gourcuff ha detto...

Al di là di TAR e altre cazzate burocartiche che non mi interessano, ieri sera ero al trofeo TIM ed è stato bellissimo vedere per l'ultima volta la Juventus calpestare il prato di San Siro. Juventini, questo non è un arrivederci, è un addio!

1:55 PM  
Anonymous Alone in the Dark ha detto...

E un bel vaffanculo a te, caro gourcuff, non te lo leva nessuno.
Ieri una delle milanesi lo ha preso nel culo proprio dalla Juve, stai pur tranquillo che il prossimo anno lo prenderà anche l'altra.
E' nell'ordine delle cose. Quanto al resto, so essere paziente: Rossi, Carraro, Cobolli Gigli e pure la Sensi hanno più anni di me e se ne andranno dalla vita terrena prima dello scrivente.
Non verserò lacrime e non mi mancheranno.

4:17 PM  
Anonymous Gourcouff ha detto...

Alone in the dark (se il tuo nick è preso dai Testament non sei degno di portarlo),
quello che ha preso l'Inter ieri sera non è nulla in confronto all'inculata che avete preso voi quest'anno: LADRI! La parola LADRI vi resterà sempre appiccicata e nemmeno il vostro 100esimo scudetto riuscirà a togliervi l'onta di questa immensa VERGOGNA!

Abbi almeno il buon senso di startene zitto che fai più bella figura!

E il vaffanculo te lo ricambio con gli interessi!

5:45 PM  
Anonymous Alone in the Dark ha detto...

Vedi, mio caro, a prescindere dal fatto che non ho la benché minima idea di chi o cosa siano i Testament, rimane il fatto che per vincere uno scudetto dopo 13 anni avete avuto bisogno di una sentenza montata a tavolino contro due vostre avversarie, e che non appena scendete in campo le prendete prima dal Milan e poi dalla primavera della Juventus.
Nel rimandarti cordialmente affanculo (tanto sei pratico della strada, no?), mi preparo a ridere delle vostre prestazioni (?) in Champions, noi andiamo a dare lezioni di calcio alla serie cadetta, e francamente continuo ad augurarmi di incontrare prima o poi faccia a faccia Cobolli Gigli per fargli salivamente capire ciò che penso di lui.
E comunque, oggi ti capisco: ora so cosa vuol dire avere dirigenti di merda alla guida di una società. A me capita da tre mesi, a te da 13 anni, e ormai sei assuefatto.
Ma fossi in te mi guarderei bene da Moggi&C.: lo sport può anche aver messo una pietra sopra, la magistratura ordinaria no. E sai, a volte i verbali riservano tante, tante, tante sorprese...

6:21 PM  
Anonymous Gourcouff ha detto...

Ma stai parlando con me come se fossi interista? Secondo te, uno che si firma Gourcouff è interista?

7:36 PM  
Blogger ordinegenerale ha detto...

Attenzione: alla prossima parolaccia o insulto tolgo i commenti. Non tollero che la gente venga in casa mia per fare casino, e il fatto che una delle due parti in questione mi conosce e lo sa bene mi rattrista.

Potete continuare a discutere - magari tenendo presente l'argomento del post e non il trofeo Tim di ieri sera - ma basta con gli insulti, non è questo il posto giusto dove fare le spalle grosse via web.

Saluti

8:20 PM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page