mercoledì, settembre 26, 2007

Il Giornale e Libero si fonderanno?

Qualche settimana fa era circolata l'indiscrezione – che sembrò fantasiosa ai più – circa una possibile fusione tra Il Giornale e Libero. Una cosa editoriale, sorta di mostro a due teste, che avrebbe dovuto soprattuto a Milano e provincia andare all'attacco della corazzata di via Solferino. La redazione sarebbe stata fusa, con ovvio taglio di personale da una parte e dall'altra, mentre la direzione avrebbe visto il ritorno in famiglia Berlusconi di Vittorio Feltri. Le due parti, immediatamente, hanno invece smentito la notizia. Ora però si scopre che Maurizio Belpietro è in standby in casa Mediaset, dove sarebbe dovuta partire il 24 settembre la nuova stagione de L'Antipatico, e Dagospia nel riportare la notizia aggiunge come “breaking news” che Belpietro “andrà a fare l'Antipatico (di carta) da un'altra parte”. Il che lascia presumere, senza nemmeno stare lì a sforzare la vista cercando di leggere tra le righe, che Belpietro potrebbe lasciare presto la direzione del Giornale, come per altro già più volte ventilato. Cosa vuol dire tutto ciò? Ovviamente nulla, perché impossibile che Feltri decida di sacrificare il suo ennesimo capolavoro editoriale (almeno in quanto a vendite), Libero, e per di più per fare un ritorno nel giornale di famiglia Berlusconi. Insomma, come scrisse una volta Giampiero Mughini “Vittorio Feltri è uno capace di stare con Berlusconi ma non sotto Berlusconi”, e sarebbe la seconda volta – la prima nel '94 quando lasciò l'Indipendente per prendere il posto di Montanelli in via Negri – che il direttore mollerebbe un prodotto in piena salute per prendere le redini – e pentirsene subito dopo - di uno che invece si dimostra un po' malaticcio (al Giornale è appena stato chiesto lo stato di crisi). Feltri è uno che la creatura editoriale la deve sentire sua dalla prima all'ultima riga, deve condizionarne ogni respiro e non sopporta che qualcuno – e per di più l'editore - non dico gli imponga ma anche solo suggerisca qualcosa. Quindi non vuol dire nulla, ma il rumor continua ad ingrassarsi ogni giorno che passa e viene facile immaginarsi quel tizio che soleva ripetere che a pensar male si fa peccato ma spesso ci si prende.

6 Commenti:

Blogger yorick ha detto...

Incredibile quanto basta per diventare credibile. In questo paese tutto è possibile.

9:53 PM  
Blogger ordinegenerale ha detto...

Incredibilmente incredibile.

Saluti

10:09 PM  
Blogger Zocchi ha detto...

Di fatto Belpietro durante l'estate ha firmato pochissimi editoriali (si contano sulle dita di una mano). Dopo lo scoop sul "caso Visco" è quasi scomparso.

9:40 AM  
Blogger ordinegenerale ha detto...

ma qua e là per la rete è almeno un anno che si trova scritto che Belpietro potrebbe abbandonare il Giornale. Prima si diceva per intraprendere una carriera televisiva che a quanto pare lo soddisfa più di quella cartacea, ma ora Dagospia scrive che "andrà a fare l'Antipatico (di carta!) da un'altra parte" ...

Saluti

9:55 AM  
Blogger Bobo ha detto...

ora che la notizia di Belpietro a Panorama è divenuta ufficiale, queste voci mi sembrano molto più plausibili...

11:27 AM  
Blogger ordinegenerale ha detto...

vedete qui

Saluti

5:23 PM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page